"Di Voci e Di Suoni"

Festival di teatro e musica popolare

Organizzato dalla Compagnia Teatro Popolare "P.Liuzzi" di Caprarola
Edizione 2012

Sabato 11 agosto 2012, a Palazzo Farnese, si sono spente le luci sulla quinta edizione del festival di musica e teatro popolare "Di Voci e Di Suoni", il nostro festival.
Anche questa volta possiamo dire di avercela fatta.
Un'edizione, senza dubbio, sofferta, difficile dal punto di vista organizzativo, visto il difficile momento economico che stiamo attraversando, e che per questo, ci preoccupava non poco temendo di non riuscire a mantenere, per la prima volta, l'impegno preso, in ricordo di Gianni e Maurizio, nei confronti del MoJoCa, la struttura che aiuta le ragazze ed i ragazzi di strada di Citta' del Guatemala.
Invece e' accaduto qualcosa di magico, siamo riusciti a trovare artisti che, con la loro partecipazione, ci hanno dimostrato che ancora esiste un senso di solidarieta', oltre che di elevata capacita' artistica; ci hanno dimostrato che in fondo non e' vero che una crisi di livello mondiale puo' scatenare soltanto guerre fratricide, ma, al contrario, puo' diventare forza motrice per un rinnovamento degli spiriti, per una voglia di stringersi tutti insieme attorno ad una causa comune.
Man mano che si andava avanti con le serate del Festival, anche la partecipazione del pubblico è andata sempre più aumentando, abbiamo avuto la sensazione che anch'esso non volesse soltanto godere delle stupende serate estive sotto il cielo stellato ascoltando buona musica, ma che, tacitamente, dignitosamente senza alcuna ostentazione, avesse deciso di unirsi alla nostra causa, accettandone a pieno motivazioni e validita'.
Un successo che, con tutta serenità, possiamo affermare abbia oltrepassato le nostre aspettative, una prova di fiducia e stima che non poteva far altro che trasformarsi in un'iniezione di ottimismo per tutti i componenti la nostra Compagnia che, con molta fatica, ogni anno, portano avanti un progetto riconosciuto ormai di rilevanza nazionale.
Quindi, convinti piu' che mai del ruolo che "Di Voci e Di Suoni" ha assunto nel tempo, non possiamo far altro che ringraziare tutti i nostri sostenitori con la speranza che resti vivo in loro il desiderio di condividere ancora con noi questa avventura e dare appuntamento al nostro pubblico all'edizione del prossimo anno, con la voglia e la certezza che, uniti, si puo' crescere sempre di piu'.

Programma

Sabato 14 Luglio 2012 - Pizzicanto in concerto (**Presso il Piazzale di Santa Teresa)

Fiore Benigni, organetto
Fabio Porroni, violino - voce
Nadia Pagliara, voce
Augusto Pierozzi, ciaramella - chitarra
Caterina Gonfaloni, percussioni - voce

Il gruppo PizziCanto nasce nel 2007 come ensemble di musica tradizionale sotto la direzione artistica del musicista cileno Gabriel Aguilera con l'intento di riproporre brani musicali e vocali tratti dai repertori popolari del Sud Italia e del Sud America, sonorità, entrambe, che hanno caratterizzato il percorso artistico di questa prima “esistenza”. Il 2012 segna l'inizio di una seconda esperienza con la partecipazione di altri musicisti di diversa estrazione (lirica, jazz), e cio' ha rappresentato un naturale momento di transizione che ha lasciato spazio ad altri e nuovi approcci musicali. Arricchito da quest'apporto, PizziCanto 2.0 ora procede a un’ulteriore riscoperta e riproposizione di linee e ritmi del patrimonio musicale dell'Italia del Sud, ed inserisce nel repertorio composizioni originali proprie che rispettano, pur attraverso un’attenta e curiosa versatilità, i canoni musicali tipici della tradizione italiana. È in uscita il disco "PizziCanto 2.0" (PreProd, 2012).

Venerdi' 20 Luglio 2012 - Camilla Barbarito trio

in CHE IO POSSA ESSER DANNATO SE NON TI AMO
Concerto Spettacolo dedicato a DOMENICO MODUGNO

Camilla Barbarito, voce
Enrico Allorto, kitharco - bassotuba
Ulisse Garnerone, percussioni

Attraverso alcuni brani della sua vastissima produzione percorriamo insieme alcune tappe del percorso di Modugno in un viaggio a ritroso che ci riporterà il sapore, il carattere e l’evocazione di un’epoca del nostro paese remota ma allo stesso tempo familiare, precedente al peccato originale della corsa al consumo, e di tanto altro… Le canzoni di Modugno sono i pezzi di un mondo, sono i colori primari della gamma delle emozioni dell’umano, e parlano la lingua schietta dei grandi temi della vita di tutti: nascita, amore, morte, festa, lavoro, lutto, esilio. "...riportando la creazione musicale alla verginità dei tempi omerici, quando non c'era distacco tra la composizione e l'esecuzione. Nella sua invenzione melodica confluiscono tumultuosamente ogni sorta di detriti popolari del bacino mediterraneo, agli affioramenti di schietti strati di musicalità popolare si mescolano movenze canzonettistiche di ballabili moderni, echi di banda municipale, come quella che dirigeva Mascagni a Cerignola, e spunti operistici nazionali: Rossini dà il braccio a Duke Ellington, e tutta questa baraonda è fusa come una lava nel fuoco di un contatto schietto con la realta'..." A proposito di Domenico Modugno, Massimo Mila (18 marzo 1956).

Venerdi' 27 Luglio 2012 - Compagnia Algecirasflamenco

in EL DESEO
Spettacolo di musica, cante y baile

Carlo Soi, chitarra
Sergio Varcasia, chitarra
Francisca Berton, danza
Paolo Monaldi, percussioni
Francesca Agostini, flauto traverso
Rosarillo, voce

Lo spettacolo "El Deseo" presentato dalla Compañia AlgecirasFlamenco, è un percorso attraverso i diversi stili del fl amenco, dal più profondo al più festoso comprendendo stili drammatici come la Seguirija, il Martinete, profondi come la Solea', accattivanti come Tientos e Soleà por bulerias, festosi come l'Alegrias de Cadiz, Tangos e Bulerias, per terminare con il caratteristico Fin de Fiesta. Le varie coreografi e sono alternate ad alcuni brani strumentali che fanno da fi lo di unione tra una coreografi a e l'altra fondendo tra loro gli elementi fondamentali di questa forma d'arte ed evidenziando le varie coloriture musicali e coreografi che tipiche di ogni stile. Lo spettacolo risulta quindi avere un forte impatto ritmico visivo ed e' in grado di trasportare anche gli spettatori più esigenti nel vivo di un mondo che e' il risultato unico della fusione di diverse culture. La "Compañia AlgecirasFlamenco" nasce dall’incontro di musicisti stilisticamente diversi, alla ricerca di sonorità e sfumature melodiche e ritmiche diverse attraverso il linguaggio del flamenco. Le loro performances danno vita a musica, canto e danza, dove i colori, i ritmi e le sonorita' andaluse si sposano con le infl uenze ed i generi musicali mediterranei.

Sabato 04 Agosto 2012 - TA-MA duo Palmas-Citarella

presenta A VOCE, A CORDE, A PIZZICO E A PERCUSSIONE

Nando Citarella, tenore (voce naturale) - chitarra battente - tammorre - duff - daire' - marranzano
Mauro Palmas, baritono (voce naturale) - mandola - benas - trunfa - sonorizzazioni e mistiche pozioni musicali

con la partecipazione straordinaria di Pietro Cernuto, zampogna a paro - friscaletti

Mozart, ma anche Rossini, Cimarosa, Paisiello, Bellini, Donizetti e tanti altri grandi affidano alle corde e alla voce il canto d'amore, a cominciare dalle serenate, un genere che Nando Citarella ha affrontato con grande autorevolezza nella sua sua interpretazione "popolare" del Don Giovanni mozartiano. Di nuovo diventa canto e seduzione insieme, qui in modo ancora più essenziale, limpido e diretto, con la mandola di Mauro Palmas sempre più fusa alla voce, fino a diventare l’anima stessa del cantante (e del cantare). Dita e corde s’inseguono per ritrovarsi sui legni preziosi riservando allo strumento momenti di liricità e di drammaticità ancora sconosciute, sempre più vicine alla potenza espressiva della voce. All'intimita' folgorante voce/mandola che ritroviamo anche nelle varie canzoni sarde e napoletane che Palmas e Citarella mettono in fi la, si aggiunge il suono della zampogna a paro, strumento tipico della Sicilia Etnea, suonata, insieme ai friscaletti, dal maestro Cernuto. Si stabilisce in questo modo, tra voce, mandola e zampogna una sorta di dialogo fitto e pieno, che troveremo un po' in tutti i brani, e che ci accompagnerà in un percorso intriso di sonorità mediterranee che ci parlano di antichi popoli che alle troppe occupazioni subite hanno sempre saputo contrapporre e mantenere viva fino ad oggi la loro immensa cultura.
Si pecchè 'a Tradizione e' viva quindi Evviva a' Tradizione.

Sabato 11 Agosto 2012 - Jorge Omar Sosa

presenta LA VIEJA SERENATA
Spettacolo di Tango. Un viaggio attraverso l’Argentina. Musica, Danza e Storia di una cultura popolare che conquista il mondo.

Jorge Omar Sosa, chitarra - voce - narrazione
Horacio Gomez, pianoforte
Monica Tenev, fl auto traverso - voce - danza
Mariano Navone, danza
Marina Eskander, danza

Il tango argentino e' nato proprio a Rio de la Plata fra l'Argentina e l'Uruguay attorno al 1880 come espressione popolare, grazie all'incontro di strumenti europei con la musica indios e africana e alla passione e la forza che ne hanno fatto la musica popolare piu' sofisticata al mondo. Così lo definisce Jorge Omar Sosa: "El Tango è la vita e la morte che si guardano negli occhi". Jorge Omar Sosa, maestro musicista, autore, compositore argentino di Buenos Aires, docente di musica in Argentina si esibisce con grande successo sia solo che in diverse formazioni. I suoi spettacoli spaziano dal tango, valses, milongas, candombe, chacareras, malambo, ai ritmi argentini e latinoamericani specialmente del sud del continente con brani popolari e di sua composizione, attingendo dal repertorio piu' tradizionale.




Gli spettacoli si terranno a CAPRAROLA (VT) - CORTILE INTERNO DI PALAZZO FARNESE (**tranne il concerto dei Pizzicanto)
In caso di pioggia gli spettacoli si terranno al chiuso.

Ingresso dalle ore 21:00
Inizio spettacoli ore 21:30

COSTO BIGLIETTO SINGOLO INGRESSO: 7,00 Euro

Per informazioni tel/fax 0761/645028

Il ricavato della manifestazione andrà all’Associazione AMISTRADA